Tags: Digital Supply Chain

Una soluzione tecnologicamente complessa come SAP offre per la logistica più moduli cui fare riferimento. In effetti, la gestione dei flussi di merci coinvolge più ambiti, e differenti processi aziendali. Affidarsi a un operatore leader del settore come SAP è già un primo passo per assicurarsi una gestione efficiente dei processi logistici. Difficile, in effetti, vantare credenziali analoghe a quelle dell’azienda, che fornisce applicativi da cui passa il 77% del fatturato generato dalle transazioni a livello mondiale.

Buona parte del successo di SAP va imputato all’approccio modulare e integrato che adotta nei suoi sistemi. La possibilità di comporre l’architettura gestionale in funzione delle proprie esigenze, assemblando moduli diversi, garantisce infatti flessibilità e scalabilità. Al tempo stesso, permette di cogliere e sfruttare le sinergie interdipartimentali per guadagnare rapidità e accuratezza. Il risultato sono potenziali miglioramenti fino al 40% (fonte: Deloitte) nell’efficienza operativa e una riduzione del 10% dei costi.

A fronte di questi indubbi vantaggi, può essere complicato per la singola azienda configurare il sistema in maniera davvero adeguata alle proprie esigenze, scegliendo tra i molti moduli disponibili. Il supporto di un partner esperto nell’implementazione del sistema SAP, allora, può fare la differenza e guidare la scelta verso la giusta combinazione di funzionalità.


I moduli SAP per la logistica

Per quanto riguarda i processi logistici, SAP offre soluzioni per una gestione end-to-end attraverso più moduli. Per le aziende del settore manufacturing & distribution, in particolare, sono disponibili i moduli di:

  • - Materials Management (MM);
  • - pianificazione della produzione (PP, Production Planning);
  • - gestione del magazzino potenziata con un nuovo applicativo all-in-one come EWM;
  • - Sales & Distribution (SD).

 

Ciascuno di questi moduli è pensato per la gestione di specifici aspetti dell’attività aziendale, nei quali rientrano anche processi logistici. Così, il modulo di Material Management segue le operazioni relative agli approvvigionamenti e alla gestione contabile dei magazzini. SAP MM è pensato per la gestione dei fabbisogni di materiali necessari a un ciclo di produzione, e ne coordina l’acquisto, la registrazione in magazzino e l’utilizzo. In questo modo, assicura un allineamento più puntuale delle scorte alle necessità effettive, e quindi ottimizza i processi logistici legati a rifornimenti e gestione magazzino.

Production Planning, PP, è il modulo di SAP dedicato alla gestione della produzione. In questo contesto, segue le operazioni logistiche necessarie a completare un ciclo produttivo, a partire dalla pianificazione dei processi produttivi e dalle materie prime richieste nella distinta base attraverso la loro conversione nel prodotto finito. Assicura quindi un controllo puntuale degli stock di magazzino e una pianificazione più accurata dei rifornimenti.

Nel modulo SD, Sales & Distribution, invece, vengono gestite più specificamente le operazioni sull’altro versante della supply chain. Quindi i processi di vendita e distribuzione agli utenti finali delle merci, attraverso istanze per la preparazione documentale delle spedizioni, l’inserimento e l’evasione degli ordini di vendita e il tracciamento delle spedizioni.

Infine, parlando di moduli SAP per la logistica, non si può non accennare a quello di Warehouse Management (EWM) vero e proprio. Pensato per la gestione delle operazioni di intralogistica, aiuta a controllare l’allocazione, l’inventario, i movimenti in entrata e in uscita delle merci in magazzino. Anche in questo caso, la gestione digitale assicura maggiore precisione, velocità di esecuzione, integrazione dei processi.


Combinare i moduli SAP logistica: l’importanza di un’integrazione coerente

Quelle sopra elencate sono solo alcune funzionalità che, attraverso un sistema SAP, aiutano a controllare i processi logistici. Il flusso delle merci, in entrata e in uscita, è una componente essenziale di ogni attività produttiva, e la sua gestione coinvolge più livelli operativi. Per questo, SAP sfrutta le integrazioni tra più moduli per costruire un ecosistema coerente nel quale un processo può essere seguito end-to-end. E per questo la scelta del giusto incastro tra i diversi moduli è cruciale per assicurare performance ottimali.

Ma attenzione: la definizione della giusta architettura gestionale va fatta con il supporto di un consulente esperto, capace di comprendere le esigenze dell’azienda cliente e guidarla alla selezione dei moduli SAP più appropriati. In tema di gestione logistica, questa selezione dovrà tenere in considerazione più variabili, dal volume delle movimentazioni al modello di gestione e altro ancora. Per fare un esempio, un’azienda che gestisce completamente in-house magazzino e logistica avrà bisogno di soluzioni differenti, e di un’architettura più complessa, rispetto a una che invece si affida a terze parti per determinati processi.

SAP è una soluzione adeguata a entrambe, ma chiaramente non nella stessa configurazione, e già questa caratteristica è un suo importante vantaggio competitivo rispetto ad altri applicativi sul mercato. Affidarsi a un partner con una sua expertise di sistemi SAP è allora un buon punto di inizio per costruire un’architettura coerente e funzionale, nella gestione dei processi logistici e non solo.


Clicca qui e scarica il White Paper